Ho tradito mia moglie, ecco la storia del mio primo tradimento

Non credevo che avrei mai tradito mia moglie e invece l’ho fatto. Prima di farlo i sensi di colpa mi divoravano ma oggi posso dire che ripeterei volentieri l’esperienza. La vita è una sola e va vissuta intensamente, senza privarsi di provare nuovi stimoli e sensazioni. In fondo non si fa del male a nessuno, lei non ha scoperto nulla, suo marito è sempre lì accanto a lei ogni notte nel letto, ma è più felice e soddisfatto di prima.

La quotidianità aveva ucciso la passione

Quando ho sposato mia moglie era bellissima e passionale. Aveva due seni tondi e turgidi e stringerli era bellissimo. A letto era delicata ma allo stesso tempo fantasiosa e non esitava a concedermi giochi erotici che andassero oltre la banale penetrazione. Poi qualcosa è cambiato, sono arrivati i figli, le notti insonni, la routine e lei si è accomodata sempre di più. Niente più trucco, capelli in disordine e anche la sua libido calava ogni giorno di più. "Sono stanca, non ho dormito, lasciami stare!" erano le frasi che mi sentivo ripetere ogni volta che provavo ad infilargli le mani nelle mutandine.

La mia eccitazione di fronte ai suoi no cresceva, i pensieri iniziavano a farsi sempre più ballerini e bastava guardare la mio capufficio passare in tailleur perché mi diventasse duro.

Dall’ossessione carnale al tradimento

Passavo le giornate in bagno a masturbarmi guardando video porno, mi domandavo se quello non fosse già tradirla. Ma mia moglie continuava a respingermi o a fare sesso asettico senza passione solo per accontentarmi. Così un giorno non mi sono limitato a guardare immagini e video, ma mi sono affidato ad un sito d’incontri affidabile e sicuro. Sembrava tutto così bello e naturale e ho deciso di rischiarare.

Così dopo qualche scambio in chat ho incontrato lei, la donna più affascinante che abbia mai visto. Curve generose, capelli profumati, ogni poro del suo corpo era sexy e trasmetteva una carica erotica unica. È stata un’esperienza fantastica, non facevo una scopata così dai tempi dell’università, anzi questa era anche meglio. Le infilavo le dita davanti, poi dietro e lei gemeva di piacere senza mai fermarmi. Quando le ho infilato due dita dietro l’ho sentita persino succhiarmelo più forte tanto godeva. Un pomeriggio in cui mia moglie e i suoi no erano un ricordo lontano, così come i miei sensi di colpa.

Dopo esserci lasciati andare all’orgasmo più violento e dopo averle schizzata tutta, ho subito pensato dove avevo sprecato tutti questi mesi: chiuso in bagno a masturbarmi quando il piacere più grande era dietro ad un click. Un’esperienza unica, indimenticabile e assolutamente da rifare.

Godere dei piaceri della vita è un diritto mai privarsene

Il sesso è il piacere della vita più bello e nessuno dovrebbe mai privarsene. Ho tradito mia moglie e non ne sono pentito, ho soddisfatto un bisogno fisiologico e carnale, un’esigenza di cui non si può fare a meno. Non sono scappato via con un’altra, sono ancora accanto a lei. Ma da oggi se la natura dentro i miei pantaloni chiama e la fantasia sessuale si fa sempre più fervida so a quale sito rivolgermi per soddisfare i miei istinti più bassi. Godere non è reato, scopare nemmeno, per questo dico a gran voce che rifarei volentieri quell’esperienza, il primo tradimento ha avuto un sapore eccitante e lussurioso che conservo ancora con piacere.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *