iscrizione club

Il mio ultimo giorno di lavoro piccante

Vuoi fare Sesso? Migliaia di persone ti aspettano in CHAT!

ISCRIVITI GRATIS

Ero vergine quando ho conosciuto mio marito, ma da allora lui mi ha incoraggiata a fare un po' di esperienza con altri uomini, perché sa che tornerò sempre a casa. La fregatura è che, se “gioco” con qualcuno, quando torno devo raccontargli tutto mentre lui mi guarda masturbarmi. È successo solo un paio di volte.

Di recente ho lasciato il mio lavoro per una posizione più remunerativa nello stesso campo. La mia ultima settimana ho lavorato a stretto contatto con il mio supervisore, un giovane di circa cinque anni più grande di me. Ho sempre pensato che fosse bello. È alto all'incirca come mio marito, meno muscoloso ma ancora in forma, con capelli castani ben curati.

Comunque, siccome la settimana è finita e abbiamo lavorato fino a tardi e abbiamo bevuto birra mi sono lasciata sfuggire che l'avevo sempre trovato attraente. Sembrava sorpreso, ma ha ammesso che il sentimento era ricambiato. Ho ammesso che l'anno scorso, durante una conferenza, avevo indossato un bikini striminzito nella piscina dell'albergo solo per farglielo vedere. Mi disse che era stato molto eccitato dal bikini e che era uscito dalla piscina perché non riusciva a nascondere il suo cazzo duro.

Mentre parlavamo ci siamo avvicinati l'uno all'altro e io gli ho toccato il cazzo, era molto duro. Ci siamo guardati e poi gli ho slacciato i pantaloni e tirato fuori il cazzo. Era molto lungo ed era duro. L’ho leccato tutto e lui si muoveva come se stesse scopando con la mia bocca.

Presto la sua respirazione è cambiata e i suoi gemiti sono diventati più forti. È stato uno delle borrate più intense che abbia mai provato, ma l'ho ingoiato tutto. Ha giocato un po' con le mie tette ma abbiamo deciso di chiudere la serata. Prima di tornare a casa abbiamo concordato che quel sabato mi avrebbe aiutato a pulire il mio ufficio. Sono andata a casa e l'ho detto a mio marito mentre mi scopava alla pecorina.

guarda cam

Sabato sono arrivata in ufficio e il mio supervisore era già lì. Abbiamo iniziato a buttare giù qualche idea, ma presto ho sentito le sue mani sul mio culo. Subito dopo mi ha tolto i jeans e le mutandine sul pavimento e la sua faccia è stata sepolta nella mia figa. Sono venuta due volte prima di togliere il resto dei miei vestiti. Anche lui si è spogliato e abbiamo fatto sesso frenetico e lussurioso sul pavimento del mio ufficio. Mi ha fatto talmente godere che l'ho supplicato di venire dentro di me.

Ci siamo riposati un po', ma quando ho notato che il suo cazzo cominciava a muoversi l'ho succhiato fino a quando non è stato di nuovo duro. Mi ha detto di fermarmi, "Abbey, fino a quando non esci da quella porta sono ancora il tuo supervisore e seguirai le istruzioni. Hai capito?" Ho detto di sì, ma ero nervosa. Mi disse di appoggiarmi alla scrivania e lo feci mentre lui pescava nella tasca dei pantaloni. Subito dopo ho sentito qualcosa di bagnato e di freddo che mi veniva applicato al buco del culo. Ero un po' spaventata perché quel buco è sempre stato riservato a mio marito, ma non ho protestato perché il suo grosso cazzo mi ha penetrato.

Il dolore e il piacere insieme erano incredibili e lui mi ha scopato dolcemente. Ero persa nell'estasi di essere usata dal mio capo. Stavo strofinando il mio clitoride e ho avuto il mio primo orgasmo. Dopo che sono venuta ha cominciato ad accelerare, facendomi venire di nuovo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

guarda cam