iscrizione club

Pegging: come farlo al meglio

Vuoi fare Sesso? Migliaia di persone ti aspettano in CHAT!

ISCRIVITI GRATIS

Tra le pratiche sessuali sdoganate già da qualche e sempre più popolari tra gli amanti del sesso non convenzionale c’è sicuramente il pegging. Il termine indica la penetrazione anale di un uomo da parte di una donna che utilizza un dildo strap-on. Non si tratta certo di una pratica ‘estrema’ ma molti uomini etero incuriositi dal pegging non si lasciano andare tanto facilmente, probabilmente perché pensano che sia una ‘cosa da gay’. Insomma, concendersi alla penetrazione anale da parte di una donna viene visto come una minaccia alla propria virilità e in molti esitano prima di proporre questa pratica alla propria compagna. È probabilmente per questo motivo che il pegging è ancora oggi una pratica tabù per alcune coppie, malgrado la curiosità e la voglia di rendere più interessante il rapporto tra le lenzuola.

Scegliere la persona giusta

La cosa più importante per chi vuole sperimentare il pegging, una volta superato il possibile imbarazzo iniziale, è poter contare su un partner sessuale stabile. La confidenza e l’intimità, infatti, aiutano molto a lasciarsi andare per superare il tabù della penetrazione anale. Se si sceglie di attuare questa pratica in coppia, è possibile optare per dei sex toys che diano piacere anche alla partner così da rendere il pegging stimolante per entrambi i partner. A tal proposito, è possibile optare per un dildo a doppia penetrazione oppure scegliere una posizione sessuale che permetta alla donna di usare un vibratore o uno stimolatore per il clitoride.

Chi non ha un partner fisso oppure si sente troppo in imbarazzo per proporre il pegging alla propria compagna può rivolgersi ad una professionista. È un buon modo per esprimere liberamente la propria sessualità, senza il timore del giudizio altrui. Il consiglio per i più timidi e i cuori solitari, quindi, è quello di rivolgersi ad una escort italiana, affidandosi ad un portale specializzato come Megaescort per cercare la donna giusta con la quale condividere questa esperienza.

L’importanza dei preliminari

Poiché, come si suol dire, “la prima volta non si scorda mai”, chi si approccia al pegging deve farlo nel modo giusto, a prescindere dal partner. Per prima cosa, bisogna curare al massimo l’igiene: fare una doccia ed espletare le funzioni fisiologiche sono un passaggio imprescindibile; in secondo luogo, anche il dildo deve essere ben igienizzato. All’inizio, è meglio che il sex toy non sia troppo grande, per evitare che l’esperienza della prima penetrazione poco piacevole. A tal proposito, anche le dimensioni devono essere adeguate allo scopo.

A questo punto, vediamo come procedere concretamente. I preliminari sono fondamentali per rilassarsi e predisporsi nel modo migliore al pegging. Le effusioni aiutano ad aumentare l’eccitazione e il desiderio di entrambi i partner. Prima di utilizzare il dildo, è bene procedere ad una stimolazione anale più graduale, utilizzando le dite o un piccolo plug. Dopo di che, si può procedere con il pegging vero e proprio, utilizzando abbondanti quantità di lubrificante, per permettere al dildo di scivolare in modo ottimale. All’inizio, il ritmo deve essere lento e costante, per poi diventare più sostenuto a mano a mano che il partner è più a suo agio. Una volta presa confidenza con il pegging, è anche possibile sperimentare posizioni diverse, lasciando all’uomo la scelta di quella che preferisce maggiormente. Il pegging, infatti, non è un atto di sottomissione da parte dell’uomo ma un modo come un altro per raggiungere il piacere assieme al proprio partner. Ciò è dovuto alla stimolazione prostatica che migliora la circolazione del sangue e, di conseguenza, favorisce il raggiungimento dell’orgasmo da parte dell’uomo. Anche il massaggio prostatico, nonostante i benefici per la sessualità e non solo, spesso non è visto di buon occhio dagli uomini etero.

guarda cam

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

guarda cam